Un primato di Mitt Romney

Nelle elezioni del 2012, il candidato repubblicano Mitt Romney conquistò duecentosei Grandi Elettori.
Era dal 1976 – allorquando l’uscente Gerald Ford era stato defenestrato da Jimmy Carter – che un aspirante del Grand Old Party sconfitto (come nella circostanza l’attuale Senatore dello Utah) non superava i duecento predetti Delegati al Collegio Nazionale.
Volendo retrocedere la ricerca, partendo dal 1912 (anno nel quale gli Stati ammessi al voto erano quarantotto – diventeranno cinquanta nel 1960 e il District of Columbia si aggiungerà nel 1964), fra i perdenti GOP, solo Charles Evans Hughes nel 1916 e Richard Nixon fecero meglio.