Trump e Pence: “Avanti fino al termine del mandato!”

Giunge notizia – difficile molto spesso riuscire ad essere ‘sul pezzo’ tanto vorticoso è il fluire delle novità o supposte tali (‘fake news’) USA – di un incontro nella Stanza Ovale tra Donald Trump e Mike Pence.
Un faccia a faccia datato lunedì 11 gennaio sera dall’esito definito “positivo”.
I due (il Vicepresidente evidentemente non ha nessuna intenzione di avviare come gli richiedono i democratici la procedura prevista dal XXV Emendamento tesa a dichiarare incapace il tycoon) hanno insieme certificato che andranno avanti “fino al termine del mandato”.
Disinnescata in cotal modo la prima bomba, il Presidente – ‘alleggerito’ – si troverà praticamente subito sottoposto al secondo Impeachment che Nancy Pelosi e soci intendono votare di corsa alla Camera ed inviare al Senato – l’Organo giudicante – prima del 20, giorno nel quale inevitabilmente Biden subentra a Trump.
Si possa poi o meno proseguire nel giudizio al fine – non di rimuoverlo (non sarà più in carica) – di ‘affibbiargli’ l’interdizione perpetua (nel 2024 non potrebbe più dare noia)dai pubblici uffici.
Ipotesi oltremodo affascinante.
Insomma, per capirci: il defenestrato Trump – che già resterà nella storia come il primo Capo dello Stato USA oggetto due volte di Impeachment – potrebbe finire con l’essere anche il primo ‘processato’ altresì quando non più inquilino di White House.
Il massimo.
(Fossi in lui, toccherei il Cielo con un dito!)