Sostituzione Ginsburg: problemi interni al GOP

Non tutti i Senatori repubblicani accettano l’idea di insediare prima del 3 novembre il successore di Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema.
Si è espressa contro una simile soluzione la Senatrice del Maine Susan Collins.
Sulla stessa linea potrebbero schierarsi altri Laticlavi GOP quali in particolare Mitt Romney, Utah, e Lisa Murkowski, Alaska.
Va qui ricordato che i repubblicani che siedono nel consesso sono cinquantatre e che nella attuale situazione la designazione ad opera di Trump del nuovo Giudice potrebbe passare anche se tre di loro votassero contro.
Questo perché in caso di parità il Vice Presidente, che per dettato costituzionale presiede il Senato, può determinare una maggioranza.