Il Presidente ‘pro tempore’ del Senato USA

Come noto, la Costituzione americana indica nel Vice Presidente in carica il Presidente del Senato.

Come altrettanto noto, in tale veste, il Nostro ha diritto di esprimersi solo nei casi in cui le operazioni di voto siano terminate in parità.

Peraltro, la stessa Carta prevede che la Camera Alta in questione nomini un ‘Presidente pro tempore’ che agisca in vece e luogo del titolare quando questi sia assente.

Nel tempo, molti i personaggi di rilievo che hanno occupato lo scranno.

Fra gli altri, William Crawford, John Tyler, Lewis Cass, Henry Cabot Lodge, J.Strom Thurmond.

Ora, si è dato il caso (ma, stranamente, la questione non ha mai riguardato nessuno dei quattro signori or ora citati) in un numero notevole di circostanze che il ‘Presidente pro tempore’ abbia di fatto esercitato a tempo pieno, non in veste di sostituto, il ruolo.

In specie nelle situazioni nelle quali il Vice Presidente passava a miglior vita o dava le dimissioni.

Per poco tempo, quando il Capo dello Stato, seguendo le procedure, provvedeva con l’approvazione del Senato alla sostituzione.

A lungo, allorquando, per le più diverse ragioni, lo scranno vice presidenziale restava vuoto.

Nella ‘lista di successione’ allo scranno presidenziale, il ‘Presidente pro tempore’ occupa la terza posizione dopo il Vice Presidente e lo Speaker della Camera dei Rappresentanti.

Ovviamente, nel caso in cui il Vice Presidente sia morto o si sia dimesso, occupa il secondo gradino.

 

Ecco l’elenco dei ‘Presidenti pro tempore’ che hanno (alcuni, più volte) nel tempo effettivamente guidato il Senato in mancanza del titolare:

John Langdon

William Crawford

John Gaillard

Hugh Lawson White

Samuel Southard

Willie Person Mangum

Ambrose H. Sevier

William R. King

David R. Atchinson

Lewis Cass

Jesse D.Bright

James M. Mason

Lafayette S. Foster

Benjamin F. Wade

Thomas W. Ferry

Thomas F. Bayard sr

David Davis

George F. Edmunds

John Sherman

John James Ingalls

William P. Frye

Augustus O. Bacon

Jacob H. Gallinger

Albert B. Cummins

Kenneth McKellar

Arthur H. Vandenberg

Carl Hayden

James Eastland

 

Per dare una indicazione, il primo tra i ‘pro tempore’ citati, John Langdon, sostituì John Adams dal 6 al 21 aprile 1789.

L’ultimo, James Eastland, dapprima operò in luogo del dimissionario Spiro Agnew dal 10 ottobre al 6 dicembre 1973; poi, sostituì Gerald Ford, arrivato a White House per succedere a Richard Nixon, dal 9 agosto al 19 dicembre 1974.

 

Come si vede, tra i molti signori citati, John Tyler a parte, nessuno è arrivato poi alla Presidenza anche se William Crawford e Lewis Cass ci hanno provato con buone possibilità, ma fallendo, e J. Strom Thurmond si è candidato per i ‘Dixiecrats’ nel 1948 fornendo da terzo incomodo un’ottima prestazione.

Mauro della Porta Raffo