Chi più politically correct di Sherrod Campbell Brown?

(Che per di più è dell’Ohio)

Elizabeth Warren?

Due donne nel ticket?

Direi di no.

Un nero?

Eccessivo, dopo Obama.

Il running mate giusto per l’ex first lady deve essere bianco, liberal, favorevole senza se e senza ma alla cosiddetta comunità LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali), in grado di attirare, almeno in parte, i seguaci di Bernie Sanders.

(Ancora ieri, interrogata a Taormina, Susan Sarandon – sostenitrice del senatore del Vermont dalla prima ora – ha ripetuto che non se la sente di votare Hillary Clinton, cosa che molti tra quanti si sono espressi per il socialista vanno dicendo).

Non può essere anziano.

Questo fenomenale individuo deve, per di più, rappresentare (e aiutare a conquistare) uno degli Stati decisivi ai fini elettorali.

Meglio – visto che chi vince laggiù viene eletto – se è dell’Ohio.

Messe in fila tutte le indicate caratteristiche si individua il personaggio sul quale scommettere per la candidatura dem alla vice presidenza.

Si chiama Sherrod Campbell Brown, è del 1953, rappresenta proprio l’Ohio alla camera alta, ha tutte – ma proprio tutte – le carte in regola.

Ticket Clinton/Brown, dunque?

Scommetterei.

Mauro della Porta Raffo