Perdere il New York

1888: Grover Cleveland, primo democratico eletto (quattro anni prima) dai tempi di James Buchanan, corre per un secondo mandato.
Il Partito Repubblicano gli oppone un ex Senatore nipote di un più antico Presidente.
Si chiama Benjamin Harrison (William il nonno).
Due le specifiche caratteristiche di questa tornata (definita da Maldwyn Jones “la più corrotta della storia”):
1) Il GOP prevale per Grandi Elettori pur ricevendo a livello nazionale un minor numero di voti popolari.
2) Se Cleveland, già Sindaco di Buffalo e Governatore del New York, non avesse perso il ‘suo’ Stato (trentasei i Grandi Elettori di competenza) per poco più dell’uno per cento dei voti popolari avrebbe vinto.