Non capita più

L’ultima volta che un candidato alla Casa Bianca è andato a dormire convinto di avere vinto per svegliarsi sconfitto è stato nel 1948.
Oggi, i mezzi di comunicazione non permettono a nessuno di illudersi e al massimo lasciano dubbi sul risultato come occorso nel 2000.
Nel citato 1948, confortato da tutti i sondaggi precedenti l’elezione e dai dati relativi allo spoglio dei seggi della costa Atlantica (e non solo) che lo davano vincente, il repubblicano Thomas Dewey si addormentò felice e contento.
Sconfitto quattro anni prima da Franklin Delano Roosevelt, si era preso la rivincita battendo l’uscente Harry Truman, opinava.
Fu alle prime luci del successivo 3 novembre che, arrivati i risultati del Sud Ovest e della Riva Pacifica scopri di avere invece perso.
Famosa la fotografia che propone un sorridente (a dir poco) Truman che mostra un giornale che riporta un titolo a tutta pagina – oramai superato dai fatti -che proclama il rivale Dewey vincente.