L’Ohio, sapete…

Mai capitato?
Eccessivo, sostenerlo.
Una sola volta dal dopoguerra, invece sì.
Fu nel 1960 che l’Ohio votò per Richard Nixon e alla Casa Bianca andò John Kennedy.
E ci sono voluti sessant’anni perché cadesse nuovamente in errore.
Lo Stato con capitale Columbus, difatti, il trascorso 3 novembre, ha optato per Donald Trump.
Storicamente, la volta nella quale fu di recente decisivo (nel senso che se avesse concesso i propri Grandi Elettori – venti – al democratico questi avrebbe vinto) è nel 2004.
Accadde allora che a far pendere dalla parte di un George Walker Bush in cerca di conferma quei determinanti Delegati fu la dura opposizione locale ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.
Venne difatti nella circostanza colà approvato da una maggioranza conservatrice – alla quale diedero il loro contributo in particolare gli Evangelici – un divieto a tale tipo di unioni.
Come troppo spesso ci si dimentica di considerare, ancora accade (accadeva?) che forti motivazioni etiche portino a risultati politici di tale impronta!