La ‘regola del Wyoming’

La Costituzione Americana, quanto ai Parlamentari nazionali, impone che ogni Stato abbia due Senatori e che ciascuno di essi debba avere almeno un Rappresentante.
Essendo cinquanta gli Stati a seguito della ammissione nell’Unione di Alaska ed Hawaii nel 1959, i Laticlavi sono e devono essere cento.
Ma perché i Rappresentanti sono quattrocentotrentacinque?
Per via di una Legge (‘Reapportionment Act’) del 1929 che così ebbe a decretare.
Alla base della distribuzione Stato per Stato dei componenti la Camera i risultati dei Censimenti decennali senza però che di quelli successivi si sia tenuto compiutamente conto.
Cosa che sarebbe stata possibile se il totale degli eleggibili fosse lievitato col crescere della popolazione come in precedenza.
Il metodo – tra i molti proposti – a mio modo di vedere oggi più congruo per porre (volendolo) rimedio sarebbe quello della cosiddetta ‘regola del Wyoming’.
È difatti lo Stato con capitale Cheyenne (guardiamo al Censimento del 2020, l’ultimo effettuato) il meno popolato.
Assegnandogli il costituzionalmente predetto solo Rappresentante, si potrebbero determinare i membri del consesso da attribuire agli altri.
Per dire, la California – sempre stando a questo Census – ha sessantanove volte la popolazione del Wyoming ed avrebbe pertanto sessantanove Rappresentanti (ne avrà dalle Mid Term del 2022 cinquantadue).
Il Texas cinquantuno e ne avrebbe quindi cinquantuno (ne avrà trentotto).
E cosi via.
Il giorno nel quale un ulteriore rilevazione determinasse che un altro Stato fosse il meno popoloso, questo territorio prenderebbe il posto del mille volte qui citato Wyoming e si arriverebbe, che so?, alla ‘regola del North Dakota’ piuttosto che ‘dell’Alaska’ o ‘del Vermont’.
Non più i quattrocentotrentacinque Rappresentanti ma quanti ogni volta (ripeto, a seguito dell’esito del Censimento decennale) risulterebbero.
Non male.

PS
Visto che il numero dei Rappresentanti è tra quelli che determinano quello dei Grandi Elettori che effettivamente eleggono il Presidente, la modifica di cui sopra comporterebbe anche l’aumento di questi nel Collegio Elettorale.