La Corte Suprema prima di Marshall? Cosa di poco conto!

Non che sia proprio scappato.
Sarebbe esagerato sostenerlo.
Ma è certo che il Padre Fondatore, il coautore dei Federalist  Papers, l’uomo politico di grande peso che risponde al nome di John Jay lasciò tranquillamente la Presidenza della Corte Suprema per diventare Governatore del New York.
Non che la carica con sede ad Albany abbia poco peso.
Ma insomma…
Tutta questa lunga storia per dire che prima dell’avvento di John Marshall alla Presidenza della Corte (la cui riunione inaugurale si era avuta il 2 febbraio 1790) e soprattutto prima che quel grandissimo giurista ne rivelasse le possibilità l’impiego era ritenuto in qualche modo di secondo ordine.
E d’altra parte per George Washington non fu semplice trovare i giudici da affiancare al Jay.
Occorrerà poi che il Presidente John Adams, Federalista e sconfitto dal Repubblicano Democratico Thomas Jefferson nel 1800, sapendo di dover lasciare il 3 marzo 1801, pressappoco un mese prima, nomini un suo compagno di partito – Marshall, appunto – e che questi resti in sella addirittura fino al 1835, impostando l’intera attività giudiziaria e la giurisprudenza USA.