La Corte Suprema a favore dei dem quanto al voto anticipato in Pennsylvania

Ancora una volta decisivo (quattro a quattro i Giudici della Corte Suprema con il suo voto nella circostanza determinante) il Chief of Court John Roberts.
In merito alla decisione da prendere a proposito del ricorso presentato dai repubblicani della Pennsylvania quanto alla validità dei voti postali in arrivo.
Chiedevano i ricorrenti che fossero presi in considerazione solo quelli arrivati entro il giorno delle votazioni.
L’alto consesso ha invece deliberato per l’accettazione delle schede pervenute anche nelle seguenti settantadue ore.
Per di più, perfino se recanti sulla busta indicazioni poco chiare quanto alla data di spedizione o prive di timbri.
Lasciando da parte ogni possibile valutazione giuridica, ben si comprende come e perché il Presidente e il Grand Old Party stiano facendo di tutto per concludere prima del voto novembrino e dei successivi (data la situazione altre volte illustrata) certi ricorsi il percorso relativo alla ratifica della nomina di Amy Coney Barrett.