Jo Jorgensen candidata del Libertarian Party

Con una serie di votazioni online – causa Coronavirus la prevista Convention di Austin è stata dapprima spostata e poi annullata – in ognuna delle quali l’ultimo quanto a suffragi dei candidati veniva eliminato, il Libertarian Party ha scelto il proprio aspirante alla Casa Bianca.
Già running mate nel 1996, accademica, oggi sessantatreenne, originaria dell’Illinois, è Jo Jorgensen.
Sarà storicamente la prima donna candidata alla Executive Mansion dai libertariani.
Il suo Vice in pectore verrà scelto con una prossima votazione.
Il partito, fondato nel 1971, ha ottenuto il massimo successo in termini di consensi popolari nel 2016 presentando il ticket Gary Johnson/Bill Weld, due ex Governatori al loro tempo repubblicani.
Nelle trascorse settimane si era prospettata la possibilità che scendesse in campo per il partito il Rappresentante del Michigan, anch’egli ex GOP, Justin Amash il quale, infine, ha annunciato di aspettare una prossima occasione.
Jorgensen è in qualche modo un ritorno al passato (sia perché già componente di un lontano ticket sia perché della ‘vecchia guardia’) e ci si deve attendere da parte sua un risultato elettorale relativamente modesto.