Il Privilegio Esecutivo

Ed eccoci alla prevedibile invocazione da parte di Donald Trump del Privilegio Esecutivo.
Prevedibile vista l’insistita richiesta democratica di avere in lettura alla Camera dell’intero Rapporto Mueller riguardante il cosiddetto Russiagate.
Sostiene in cotal modo il Presidente che è suo diritto difendere la riservatezza degli atti esercitati nel caso sulla base del potere esecutivo che gli appartiene.
Celebre davvero il precedente nixoniano non andato a buon fine.
La Corte Suprema, chiamata in causa dai difensori del Presidente del Watergate, non riconobbe come valida l’opposizione attraverso proprio il Privilegio Esecutivo alla richiesta consegna di registrazioni per il Capo dello Stato assolutamente negative.
Non che ci si avvicini ad una situazione giudiziaria simile.
Affatto.