Il Distretto di Columbia finalmente al voto

29 marzo 1961.
È questa la data nella quale, ratificato dal prescritto numero di Stati, entra in vigore il XXIII Emendamento alla Costituzione Americana che decreta che dalle successive presidenziali il Distretto di Columbia avrà diritto di nominare tre suoi Grandi Elettori da aggiungersi a quelli degli Stati.
Fino a quel momento, la capitale Washington non partecipava alla nomina dei Presidenti in forza – si sosteneva – di una supposta neutralità da conservare, a quel punto evidentemente non più ritenuta necessaria.
Passarono pertanto i Grandi Elettori da cinquecentotrentacinque a cinquecentotrentotto.
Arrivò – ed è tale – la maggioranza assoluta da raggiungere per essere eletti Capi dello Stato a duecentosettanta.