Duecentoottantasei a zero

Trecentocinquantadue i ‘Grandi Elettori’ da eleggere il 5 novembre 1872.
La Presidenza è nella circostanza contesa tra il Capo dello Stato uscente Ulysses Grant e lo sfidante Horace Greeley.
È questi un editore e giornalista che si oppone alla conferma del vincitore della Guerra di Secessione in nome di un movimento, il Liberal Republican Party praticamente nato proprio per contrastare il Presidente.
Greeley è anche sostenuto dal Partito Democratico.
Terminati i conteggi, Grant si conferma tranquillamente.
Capita peraltro quasi subito una cosa del tutto straordinaria: lo sconfitto muore il successivo 29 novembre.
Ecco quindi che nel Collegio Elettorale, mentre i ‘Grandi Elettori’ collegati al Generale si esprimono in suo favore, quelli (sarebbero sessantasei) di Greeley sono impossibilitati a farlo.
Risultato, come detto particolarissimo?
Duecentoottantasei a zero!