Confermati duecento Giudici nominati da Trump

Non finiremo mai di ripeterlo: è al Senato che conta avere la maggioranza!
È la Camera Alta infatti che ratifica le nomine presidenziali.
Contando appunto sui cinquantatre Senatori GOP, finora – il dato relativo è ‘tondo’ e fa effetto – il Presidente ha nominato (e si è visto confermare) dal gennaio 2017 duecento Giudici
– due della Corte Suprema
– cinquantatre delle Corti d’Appello
– centoquarantatre di Distretto
– due nelle Corti Internazionali.
È in questo modo che si afferma teoricamente (sono persone comunque indipendenti e capita spesso – come di recente alla Corte Suprema – che si comportino in modo autonomo non afferente la vocazione comune) una impostazione conservatrice o (nel caso in cui governino i democratici) ‘liberal’.
Votare per il Senato?
Va fatto – e, come appena pubblicato su queste pagine, il quarantasette per cento dei cittadini alle urne lo fa – dando preminente importanza a queste fondamentali e soprattutto durature conseguenze.