Storia delle elezioni presidenziali USA

Dall’Atlantico al Pacifico

1912, martedì 3 novembre. Per la prima volta votano i quarantotto Stati che formano gli USA continentali. Guardando cioè la carta geografica non esiste più alcuna interruzione come ancora quattro anni prima quando Arizona e New Mexico restavano semplici Territori senza diritto di voto. Occorrerà attendere le votazioni del 1960 perché anche Alaska ed Hawaii…

Read more »

Tentativi (non riusciti) di ripetere quanto accaduto nel 1824

1824. Quattro i candidati alla Presidenza. Esponenti tutti dello stesso partito. Il Repubblicano/Democratico che dai tempi di Thomas Jefferson occupa l’ambito scranno. Si vota dal 26 ottobre al 2 dicembre. Andrew Jackson è il più gettonato a livello popolare e conquista novantanove Grandi Elettori. John Quincy Adams è secondo e conta su ottantaquattro delegati nazionali….

Read more »

Elenco dei partiti USA che presenteranno loro candidati a White House

Democratici? Certo! Repubblicani? Sicuramente! Libertariani e Verdi? Come nel 2016! Ma sono molti, molti altri i partiti che corrono senza nessuna speranza verso il 3 novembre 2020. Eccone alcuni: American Free Soil Party Constitution Party Party of Socialism and Liberation Prohibition Party Reform Party Socialist Party USA Socialist Action Socialist Equality Party Socialist Workers Party…

Read more »

1856/2016: il confronto Repubblicani Democratici con un’occhiata ai precedenti decenni, un accenno ai partiti un tempo capaci di conquistare la Presidenza e dipoi svaniti e un notevole numero di annotazioni ulteriori riguardanti gli inquilini della Casa Bianca e i loro Vice

Quarantuno i confronti diretti Partito Democratico/Partito Repubblicano USA. Diciassette – quindi e pertanto, essendo quelle che hanno avuto luogo nel 2016 le cinquantottesime – le votazioni precedenti alla fondazione nel 1854 del Grand Old Party (GOP, il repubblicano) che si propose per White House per la prima volta nel 1856. In tutte queste occasioni tranne…

Read more »

/ In Storia delle elezioni presidenziali USA / By Mauro della Porta Raffo / Commenti disabilitati su 1856/2016: il confronto Repubblicani Democratici con un’occhiata ai precedenti decenni, un accenno ai partiti un tempo capaci di conquistare la Presidenza e dipoi svaniti e un notevole numero di annotazioni ulteriori riguardanti gli inquilini della Casa Bianca e i loro Vice

Indiana

Nelle elezioni presidenziali, con una sola eccezione, ogniqualvolta il candidato repubblicano ha vinto l’Indiana ha votato per lui. Dal 1860, prima vittoria di Abraham Lincoln, al 2016 di Donald Trump. L’eccezione nel 1876, allorquando la contesa fu particolarmente aspra e il GOP Rutherford Hayes ebbe la meglio solo dopo una lunga serie di ricorsi, contestazioni…

Read more »

1876: un Grande Elettore in più. Uno solo e dopo un lungo contendere

Ricordate il 2000? I ricorsi di Al Gore, il democratico Vice di Bill Clinton che non sapeva darsi pace per il risultato delle contrastatissime elezioni in Florida? Quella Florida che, fosse andata da una parte o dall’altra, avrebbe deciso il risultato e spedito alla Casa Bianca lui stesso o il repubblicano, figlio d’arte, George Walker…

Read more »

Davvero storico il 7 novembre 1848

Cos’ha di particolare il 7 novembre 1848? Perché vengono scelte proprio quelle ventiquattr’ore per programmare e svolgere le prime elezioni per la Casa Bianca che abbiano luogo in tutto il Paese in un solo giorno? Fino, difatti, al 1844, le votazioni presidenziali (e non solo) erano diluite all’incirca sull’arco di un mese. Tranne nella prima…

Read more »