Categoria: Storia delle elezioni presidenziali USA

Continuità alla Casa Bianca

Zachary Taylor – Whig – è l’ultimo Presidente eletto (nel 1848) degli Stati Uniti né Democratico né Repubblicano. Il suo Vice Millard Fillmore – subentrato nel 1850 causa mortis – l’ultimo inquilino di White House né Democratico né Repubblicano. Quelle del 1848 furono le sedicesime elezioni presidenziali USA. Quelle in programma il 3 novembre 2020…

Read more »

L’influenza dell’1 novembre sulle Elezioni Americane

1848, per la prima volta le Elezioni Americane si svolgono in una sola giornata. Esattamente il 7 novembre. Un martedì. Perché novembre? Perché un martedì? Quale martedì? Ove si escludano le prime votazioni per i Grandi Elettori (che ebbero luogo tra il 15 dicembre 1788 e il 10 di gennaio 1789), fino alla tornata datata…

Read more »

Particolarità dell’Impeachment di Trump

John Tyler (anni Quaranta dell’Ottocento) fu oggetto di una singolare richiesta di Impeachment che non ebbe seguito. James Buchanan (anni Cinquanta del medesimo secolo) fu sottoposto al giudizio di una Commissione Camerale che concluse per la cessazione dell’azione intrapresa. Andrew Johnson è invero (nel 1868) il primo Capo dello Stato USA non solo indagato ma…

Read more »

1820

Si vota dall’1 novembre al 6 dicembre. Per la terza e ultima volta (dopo George Washington uno e due) nella storia un candidato è senza oppositori che siano espressione di un partito alternativo e non è costretto a condurre una campagna elettorale. James Monroe – Democratico Repubblicano – difatti ottiene il secondo mandato con un…

Read more »

1816

Si vota dall’1 novembre al 4 dicembre. È l’ultima volta che il Federalist Party propone un proprio candidato alla Presidenza. È Rufus King che nella circostanza perde nettamente contro il Segretario di Stato uscente James Monroe, esponente della cosiddetta ‘dinastia virginiana’, a sua volta il terzo Democratico Repubblicano (sia Jefferson che Madison, i predecessori, lo…

Read more »

Discorsi inaugurali

Il primo discorso inaugurale a seguito delle elezioni in occasione del giuramento fu pronunciato ovviamente dal Presidente George Washington. Insediato il 30 aprile 1789, lesse un testo scritto da James Madison. La replica del Congresso da chi era stata vergata se non dallo stesso Madison? Per quanto i Presidenti siano quarantacinque (peraltro, una in meno…

Read more »