Categoria: Storia delle elezioni presidenziali USA

Maine e Nebraska non identificabili

Lo sapete. Per l’elezione dei Grandi Elettori si vota con il sistema ‘winner takes all assoluto’. Il candidato che riceve in uno Stato il maggior numero di voti popolari (anche se in quantità inferiore al cinquanta per cento) guadagna tutti i Delegati Nazionali ai quali lo Stato in questione ha diritto. Valeva (valeva: le disposizioni…

Read more »

John Quincy Adams vs Andrew Jackson Andrew Jackson vs John Quincy Adams. All’inizio prima dell’inizio, dei Democratici e dei Repubblicani USA.

Due persone, due personalità diversissime. Origini e percorsi assolutamente opposti. Aristocratico per nascita (in Massachusetts), nel senso americano del termine, il primo. Destinato naturalmente alla guida della Nazione e in tale prospettiva educato. (Non era forse il genitore uno dei Padri della Patria nonché il secondo Capo di Stato dell’Unione?) Necessariamente quindi laureato ad Harvard,…

Read more »

I ‘momenti’ più significativi nelle Presidenziali USA

A volo d’uccello e dopo avere ricordato che le Presidenziali americane non sono ‘elezioni dirette’ – non si esprimono cioè gli aventi diritto nelle urne per i candidati – ma ‘di secondo grado’, essendo compito dei votanti scegliere i delegati alla bisogna, definiti Grandi Elettori, e riuniti poi in uno specifico Collegio. (Nel testo, i…

Read more »

Hamlin, Hannibal

Sapete, quelle figure politiche alle quali si dà un peso relativo e che meritano decisamente di più? Una tra queste, certamente, Hannibal Hamlin. Originalmente, un democratico sui generis per le posizioni decisamente anti schiaviste pubblicamente assunte, passò al Partito Repubblicano nel 1856. Governatore, Senatore e qualsiasi altra cosa del suo Maine (è tuttora considerato tra…

Read more »

Quanti Giudici della Corte Suprema ha nominato Washington

Divertente (insomma…): il solo Presidente degli Stati Uniti d’America che durante il proprio mandato non abbia nominato neppure un Giudice della Corte Suprema è William Harrison. E si capisce: entrato in carica il 4 marzo 1841, cadde malato e morì esattamente un mese dopo. Non ha avuto tempo e modo! Ovviamente, visto che la Corte…

Read more »

Travolgere

Difficile stravincere la prima volta. Più semplice la seconda. Vale in generale questo discorso e, restando alle Presidenziali del dopoguerra, troviamo ampie conferme nel Richard Nixon 1972 e soprattutto nel Ronald Reagan 1984. Esiste comunque un vincitore capace di creare una ‘valanga’ (si dice così gergalmente) alla prima occasione non avendo poi la possibilità di…

Read more »

Fedeltà democratica del Distretto di Columbia

Il minimo? Jimmy Carter nel 1976: settantaquattro e ottantanove per cento. Questo perché il ‘terzo’ candidato John Anderson aveva catturato a sua volta un nove e ventotto. Per il resto, dal 1964, e cioè da quando Washington D. C. ha diritto a votare i suoi Grandi Elettori, tranne, per pochissimo, il Nixon datato 1972, nessun…

Read more »