Storia delle elezioni presidenziali USA

Al Gore, 2000

Unico candidato alla Nomination in tempi recenti di uno dei due partiti maggiori a vincere nel corso della campagna interna per la conquista nei Caucus e nelle Primarie dei Delegati alla Convention in tutte le circostanze (cinquantasei su cinquantasei) con una percentuale di suffragio popolare del settantacinque e quattro… Nominato dalla Convention con quasi il…

Read more »

Richard Nixon oltre il ‘Watergate’

Certo, il solo Presidente USA costretto alle dimissioni. Correva il 9 agosto del 1974 e, per evitare un Impeachment che lo vedeva con pessime (per lui) probabilità soccombente e defenestrato (cosa mai successa in precedenza), lasciava travolto dallo scandalo politico a tutti noto come ‘Watergate’. Abbiamo del desso eticamente e guardando al comportamento nel trascorrere…

Read more »

Quando per due volte in due diversi e importanti momenti politici Franklin Delano Roosevelt cedette alle altrui pressioni e operò al di là dei propri intendimenti per questo, poi conquistando, White House

Già candidato nel 1920 alla Vice Presidenza (e duramente sconfitto), aveva comunque Franklin Delano Roosevelt un peso e un seguito da spendere nella Convention democratica successiva. Fu nella circostanza tra i sostenitori di Alfred Smith che gli chiese di parlare di lui come del ‘Gioioso Guerriero’, una espressione coniata da un collaboratore del Governatore del…

Read more »

‘Il tradimento di Doris Day’

(come oggi, per mia necessità, in non pochi ‘luoghi’ rivisitato). di Mauro Maria Romano della Porta Rodiani Carrara Raffo Mauro della Porta Raffo, in quanto Presidente onorario della Fondazione Italia USA Ecco, di seguito – per quanto mi riguarda con riferimento alla formazione in questo particolare ambito, certamente per impulso e vita familiare, ricevuta –…

Read more »

Cosa accadde dopo l’assassinio il 15 febbraio del 1933, ad opera di Giuseppe Zangara, di Franklin Delano Roosevelt in quel di Miami?

(Il testo che segue va letto senza interruzione alcuna, senza respirare, fino all’ultima sillaba!) Per quanto l’assolutamente geniale Philip Dick, partendo dal da lui ipotizzato esito positivo (?!, la valutazione opposta alla negativa, anche riguardo ad un atto attentatorio, naturalmente dipende da infiniti possibili punti di vista e qui vale perché apre all’Autore vaste praterie…

Read more »

‘Il Gigante’?

Da subito leggendario – opera di davvero grande respiro della scrittrice già Premio Pulitzer Edna Ferber – esce negli Stati Uniti nel 1952 un romanzo intitolato tout court ‘Giant’. Nel successivo 1956, George Stevens – vincendo meritatamente l’Oscar come regista – ne dirige una altrettanto immediatamente nota e apprezzatissima versione cinematografica. Orbene, è il titolo…

Read more »

Geografia e lingua in America

Detto che a fine Settecento (e anche dopo), negli Stati Uniti il tedesco era talmente diffuso che si pensò di renderlo ufficiale al pari dell’inglese nella stesura dei documenti (se non addirittura quale idioma alternativo), iniziativa non approvata dalla Camera per lo scarto di un solo voto, per di più, leggenda vuole, espresso proprio da…

Read more »