Categoria: Dopo il voto

Attentati

Vittime Lincoln, Garfield, McKinley, i due Kennedy, Theodore Roosevelt, Reagan, George Wallace, Huey Long Solo quattro i presidenti uccisi nel corso del loro mandato. (E dico ‘solo’ guardando agli Stati Uniti d’America, nazione nella quale la violenza armata è da sempre all’ordine del giorno). Nell’ordine, Abraham Lincoln, James Garfield, William McKinley e John Kennedy. Nei…

Read more »

Alfred Mossman Landon, 1936, la sconfitta nel suo destino

9 settembre 1897 12 ottobre 1987 1936, alla Casa Bianca siede il democratico Franklin Delano Roosevelt e a novembre, esattamente il 3 di quel mese, sono fissate le elezioni presidenziali. Difficile davvero per i repubblicani trovare un valido avversario da contrapporre (F.D.R non avrà difficoltà ad ottenere l’investitura dal suo partito, unico rivale del tutto…

Read more »

Eleanor Roosevelt

11 ottobre 1884 7 novembre 1962 Lo sguardo limpido, il mento sfuggente, i capelli acconciati secondo una moda decadente e rétro che poco le donava e un’altezza fuori dal comune che la rendeva poco aggraziata e femminile, Eleanor conobbe Franklin il giorno di Natale davanti all’imponente albero di Sagamore Hill, alla presenza di zio Ted…

Read more »

George Wilcken Romney

Allorquando, in vista delle presidenziali del 2008, l’ex governatore del Massachusetts, il mormone Mitt Romney propose la propria candidatura per ottenere la nomination tra i repubblicani (tutti sanno come andò a finire allora e in seguito: sconfitto nell’occasione da John McCain nelle primarie, si ripresentò nel successivo 2012, ottenne l’agognata investitura ma fu battuto dal…

Read more »

La Corte Suprema anni Cinquanta/Sessanta

La lotta per i diritti civili, il nuovo codice di procedura penale e la separazione tra Stato e Chiesa, ma non solo. Quando, fra l’altro, negli USA furono vietate le preghiere e la lettura della Bibbia nelle scuole pubbliche. Gli anni Cinquanta/Sessanta del trascorso Novecento, quantomeno nel dodicennio 1954/1966, rivoluzionano la politica, la società, il…

Read more »

Bill Bradley: un campionissimo a White House?

Siamo in Italia. Basket, stagione 1965/66. Il regolamento prevede il possibile ingaggio di uno straniero da utilizzare in Coppa dei Campioni. Il Simmenthal Milano, detentore dello scudetto, mette a segno un colpo incredibile: ingaggia nientemeno che Bill Bradley, il più grande giocatore universitario americano di sempre già capitano a ventuno anni della nazionale USA che…

Read more »

Eugene Victor Debs il socialista

Per quanto, a partire dal confronto elettorale per White House del 1856, siano soltanto due i partiti in grado di concorrere seriamente per la presidenza USA, molti altri movimenti hanno nel tempo proposto, per il vero con un successo quasi sempre limitato, propri candidati. Fra i tanti, in particolare nei primi decenni del Novecento, il…

Read more »