Cadillac, Chevrolet e crisi economica

Crollo di Wall Street.
Grande Depressione.
Se si guarda ai dati delle vendite delle automobili in quel periodo si vede che il mercato delle lussuose Cadillac non subì crisi alcuna mentre quello delle popolari Chevrolet era crollato.
È d’altra parte in quegli stessi anni – un fenomeno ricorrente – che alcuni milionari in dollari videro crescere notevolmente il loro patrimonio.
Non pochi tra questi si comportarono nel frangente in modo generoso.
Edward Arkness, petroliere, diede somme cospicue a scuole, ospedali e al Metropolitan Museum of Art.
Vennero create nel momento più nero le Fondazioni Kellog e Sloan.
John D. Rockfeller agì assai sostanziosamente (è il primo che arriva a dare in beneficenza un miliardo) in differenti direzioni.
Andrew Mellon donò al Paese nel 1937 la propria collezione d’arte (la maggiore al mondo) con il denaro necessario per costruire la National Gallery of Art di Washington.