Bloomberg dixit il 5 marzo 2019

“Penso di poter battere Donald Trump nelle elezioni generali.
Ma ho ben chiare le circostanze che mi rendono difficile vincere la nomination democratica in questo affollato campo”.
Queste le parole pronunciate da Michael Bloomberg il 5 marzo scorso.
Quali i cambiamenti da allora?
Perché entrare adesso nell’agone non poi tanti di meno invero essendo i candidati dem tuttora in corsa?
Probabilmente, l’ex Sindaco di New York vede oggi una possibilità conseguente al calo del vero aspirante ‘di centro’ Joe Biden e alla coincidente radicalizzazione espressa da Elizabeth Warren e Bernie Sanders della proposta democratica.
Radicalizzazione che, dovesse portare uno dei due allo  scontro finale con Trump con ogni probabilità vedrebbe questi soccombere.
Opina pertanto tocchi a lui evitare quella che ha definito una sciagura: la conferma del tycoon.
Vedremo.