“Biden cancellerà il Natale”

Tutto si potrà dire (si è detto e si dirà) a proposito di Donald Trump ma non che sia privo di fantasia nel trovare sempre nuovi argomenti capaci di aggregare e galvanizzare i suoi sostenitori e spingerli alle urne (l’affluenza sarà determinante in particolare nei ‘Battlegrounds States’, nove dei quali, dati nel 2016 dai sondaggi per persi, vinse) per sconfiggere non l’avversario ma “il nemico” che quattro anni orsono si identificava in Hillary Clinton e oggi in Joe Biden, ovviamente.
Tenendo l’ottavo comizio in pochi giorni – questa volta in Nevada – di fronte a una vasta platea di entusiasti ‘trumpiani’, il tycoon,
– dopo avere affermato che Biden rappresenta l’establishment incapace da lui (un “outsider”) sconfitto quattro anni fa e che oltre ad essere “l’uomo più noioso che abbia mai visto” è corrotto
– aggiunto che la via dalla sua amministrazione percorsa per combattere il Covid si sta dimostrando la migliore (“guardate all’Europa”)
– è arrivato a sostenere che un Biden vincente “la stagione del Natale sarà cancellata!”
I presenti hanno reagito entusiasticamente come ci si poteva attendere.
Vedremo se a tale impulso farà seguito il 3 novembre l’invocato e indispensabile affollamento.