Ah, che rimpianto pensando al ‘tono’ angelico di Barack Obama

Il ‘tono’ che viene usato praticamente da tutti quando si parla di Donald Trump è specifico e accusatorio anche quando esercita i poteri che la Costituzione e le leggi gli conferiscono.
Si guardi adesso alla prospettiva di un intervento della Corte Suprema a decidere in merito alla elezione.
Ecco le parole usate dalla televisione svizzera (scelta appositamente per via della neutralità del Paese, ah, ah).
È la Corte in questione “quella che in quattro anni il Presidente ha blindato con la nomina di tre Giudici conservatori plasmando una maggioranza di sei a tre che mette l’ala liberal dell’Alta Corte in minoranza…”
Che delinquente prevaricatore!
Ha nominato Giudici vicini per preparazione ed etica.
Non, come fece per dire Obama, anime belle libere e indipendenti.
Altro il suo ‘tono’.
Barbaro e brutale, no?