5 agosto 2019, ottocentosette i candidati alla Casa Bianca regolarmente iscritti alla Federal Election Commision

Spesso, sentiamo dire e sostenere che gli Stati Uniti d’America hanno solo due partiti.
Niente di più falso, ovviamente.
Hanno invece un sistema elettorale che porta necessariamente (o quasi) al bipartitismo.
Sentiamo inoltre parlare di un ristretto (venticinque circa i democratici questa volta e già ci siamo meravigliati) numero di aspiranti alla nomination nell’uno e nell’altro campo.
In verità, ben differentemente stanno le cose.
Ecco la situazione al 5 agosto scorso.
Ottocentosette in totale gli iscritti alla FEC (Commissione Elettorale Federale).
Duecentosettantadue i democratici.
Centotredici i repubblicani.
Trentaquattro i libertariani.
Quindici i verdi.
Il resto indipendenti o in rappresentanza di partiti minori.
Dopo di che contano solo democratici e repubblicani (salvo quando come nel 2000 in Florida un esponente ‘terzo’ decide una elezione) e tra questi un numero assai più ristretto visto che l’enorme maggioranza dei restanti e anonimi aspiranti non hanno seguito e mezzi che permettano loro di organizzare una minima campagna elettorale.
Correranno in mille alla fine e, come in Highlander, “ne resterà solo uno”!